chi siamo

Persone appassionate del proprio lavoro,
accomunate dal desiderio di condividere le emozioni della natura.

STEFANO MEZZANI

Sono diviso tra l’amore per il mare e quello per la montagna, è normale per chi come me è cresciuto al confine tra Liguria e Toscana. Ho cominciato a camminare nei sentieri delle Cinque Terre, quando ancora erano utilizzati solo dai coltivatori delle fasce a picco sul mare, poi in Apuane e in Appennino… e da allora non ho più smesso.

Sono molto curioso, l’interesse per la storia e la passione per la natura mi portano a indagare l’ambiente in più direzioni, non trascuro mai il folclore e le tradizioni di un territorio, con un occhio di riguardo per quelle culinarie.

Da quando, dodicenne, ho letto il Barone Rampante di Calvino non sono più sceso dagli alberi e con il tempo sono diventato profondo conoscitore del mondo vegetale e dei suoi segreti.

VIOLA RASTRELLI

Fin da piccola sono cresciuta a contatto con la natura e gli animali, giocando nell’orto del nonno con cani, gatti, pulcini, conigli e caprette… Dopo un’adolescenza trascorsa in sella ai cavalli in giro per i monti, ho avuto modo di sperimentare la natura in altri suoi aspetti: ho studiato naturopatia, praticato molti sport, tra i quali arrampicata, speleologia, torrentismo, orienteering, sci alpino, sci di fondo, ciaspolate e alpinismo.

Ma, da sempre, la cosa che amo maggiormente è camminare, in qualsiasi posto, dal mare ai monti, dalla campagna ai laghi. Sentirsi tutt’uno con l’ambiente, riempirsi gli occhi di bellezza e il cuore di gioia arricchisce e allarga la mente con profumi, colori, energia, emozioni, storia e storie.

Alexa Spadoni

D’indole curiosa ed energica, di una vitalità naturale che mi lega alla terra, ai boschi così come ad ogni elemento naturale, con l’interesse per la fotografia, sono laureata in relazioni internazionali e sono studentessa universitaria di turismo responsabile e sostenibile. Infine, mi occupo di social media marketing e comunicazione.

Credo fortemente in una dimensione di viaggio che sia nel rispetto del territorio e dei luoghi, anche attraverso esperienze alternative, in una dimensione di scoperta che non sia necessariamente alla ricerca dello straordinario, ma piuttosto alla riscoperta dell’ordinario: piccoli borghi e realtà locali spesso ignoti o dimenticati dalle reti del turismo “classico” e tuttavia ricchi di storia, tradizioni e pronte a regalare emozioni, anche per il palato, con  degustazioni di prodotti tipici.

Sono a disposizione per avventure wild, slow  tourism, trekking con bambini e soprattutto mi dedico a borghi da (ri) scoprire, il mio progetto di valorizzazione dei borghi dimenticati.